MinoriStranieriNonAccompagnatiL’11 marzo 2016 alle ore 10,00 si terrà a Roma presso il Centro cittadino per le migrazioni, l’asilo e l’integrazione sociale  la presentazione del dossier ‘I minori stranieri a Roma – seconda fase’, un lavoro di ricerca realizzato da Programma integra che analizza la condizione attuale dei minori stranieri e dei MSNA – Minori stranieri non accompagnati, con particolare riferimento al territorio romano. La presentazione ospiterà un incontro di approfondimento sul tema e si avvarrà del contributo di esperti in materia di minori stranieri. 

L’evento, attraverso la presentazione dei dati quantitativi e qualitativi contenuti nel lavoro di ricerca, intende fornire una panoramica completa sulla condizione dei minori stranieri presenti sul territorio nazionale, con un approfondimento relativo alla città di Roma. Inoltre, attraverso la voce di esperti del settore verranno illustrati i punti di forza e i punti di debolezza dei servizi offerti ai minori stranieri non accompagnati all’interno del circuito d’accoglienza a loro dedicato nella nostra città.

La ricerca è stata realizzata nell’ambito del progetto I minori stranieri a Roma – seconda fase, finanziato dai fondi erogati dalla Cabina di regia per il piano cittadino – Legge 285/97 che, oltre al Dossier, ha realizzato un corso di aggiornamento per mediatori interculturali che operano con i MSNA e un corso di formazione professionale per 15 giovani aspiranti panificatori e pizzaioli. Il progetto è il proseguimento dell’indagine ‘I minori stranieri a Roma’, conclusa da Programma integra nel 2012.

L’incontro si terrà l’ 11 marzo 2016 dalle ore 10,00 alle ore 13,00 presso il Centro cittadino per le migrazioni, l’asilo e l’integrazione sociale, via Assisi, 41 a Roma.

A breve sarà pubblicato il programma completo dell’evento.

Per informazioni:

tel. 0678850299
e-mail: comunicazione@programmaintegra.it

Leggi anche:

Minori stranieri: a Programma integra un corso di aggiornamento rivolto ai mediatori interculturali

Programma integra: 15 giovani migranti diventano pizzaioli e fornai grazie ad un progetto sui minori stranieri

 

Condividi