Presentare i risultati del progetto europeo TIME e fornire una fotografia aggiornata della mediazione interculturale in Italia, partendo dalle esperienze formative più significative rivolte ai mediatori interculturali, per arrivare alle principali esperienze di impiego, soprattutto nel settore pubblico. Questo l’obiettivo della Conferenza nazionale – Esperienze formative e lavorative per mediatori interculturali a confronto, realizzata nell’ambito del progetto TIME – Train Intercultural Mediators for a Multicultural Europe, tenutasi martedì 12 luglio 2016 presso il Centro Cittadino per le Migrazioni, l’Asilo e l’Integrazione Sociale, e organizzata da Programma integra.

Per confrontarsi, con chi si occupa di mediazione interculturale, l’incontro ha voluto riunire vari rappresentanti di diverse realtà associative e istituzionali: ISFOL – Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori , ‘Sapienza’ – Università di Roma, INMP – Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà, Cooperativa Dedalus, Ufficio Immigrazione di Roma Capitale, Cooperativa Folias, In Migrazione onlus, Università Pontificia Salesia, Sphea Fresia, Comunità di Sant’Egidio, Azienda Ospedaliera ‘San Camillo – Forlanini’, Centro Sa.MiFo. – Salute Migranti Forzati, Oxfam Italia, Medici Contro La Tortura.

I lavori della conferenza sono stati avviati con la presentazione degli ultimi prodotti progettuali realizzati nell’ambito del progetto TIME, ossia: O3 – Il nuovo profilo europeo del Mediatore Interculturale, O4 – Programma formativo per mediatori interculturali, O5
Programma formativo per i formatori dei mediatori interculturali, O6 – Validazione, certificazione e accreditamento dei corsi TIME.

Successivamente, l’intervento di un rappresentante dell’ISFOL ha fornito numerose informazioni relative validazione e certificazione delle competenze nel nostro Paese, ponendo particolare attenzione sull’apprendimento non formale e informale.

Nella seconda parte della conferenza sono state presentate tre esperienze formative rivolte a mediatori culturali, una relativa all’ambito della formazione professionale ossia il corso per mediatori interculturali realizzato dalla cooperativa Sphea Fresia, un’altra relativa alla formazione universitaria come il Master in mediazione interculturale e interreligiosa dell’Università pontificia salesiana, e infine, il Corso di Alta formazione per mediatori europei, aperto a italiani e stranieri, nato dalla collaborazione tra la Comunità di Sant’Egidio e l’Università per stranieri di Perugia.

Durante la parte finale della conferenza è stato invece illustrato il lavoro svolto con i mediatori interculturali all’interno dell’Ufficio Immigrazione di Roma Capitale, di strutture di accoglienza della rete SPRAR e dell’Azienda Ospedaliera ‘San Camillo – Forlanini’.

Tutti gli interventi hanno sottolineato l’importanza e la necessità della figura chiave del mediatore interculturale nei vari servizi rivolti a cittadini stranieri e titolari di protezione internazionale. Capacità di lavoro in gruppo e abilità nella comunicazione sono emerse come qualità essenziali per rispondere ai bisogni fondamentali degli utenti stranieri che quotidianamente si rivolgono ai servizi pubblici.

Il progetto TIME è coordinato dall’Olympic training & consulting, un’organizzazione greca impegnata nella promozione della formazione professionale e imprenditoriale, con una partnership composta da 7 organizzazioni di 6 paesi europei: Grecia, Belgio, Germania, Italia, Polonia, Portogallo, Austria. E’ online il sito web di progetto dove è possibile trovare gli aggiornamenti sulle attività in corso, e tutti i prodotti realizzati nell’ambito del progetto disponibili in diverse lingue.

Presentazione_progetto TIME

Presentazione_ISFOL

Presentazione_Master Universitario in Mediazione Interculturale e Interreligiosa

Presentazione_Registro Mediatori interculturali di Roma Capitale

www.mediation-time.eu

Pagina Facebook del progetto TIME

Leggi anche:

Mediazione interculturale: la formazione al centro della conferenza nazionale del progetto europeo TIME

TIME: un nuovo progetto europeo sulla mediazione interculturale

Mediazione interculturale: quando un profilo professionale condiviso a livello europeo?

Per maggiori informazioni consulta la scheda progetto di TIME – Train Intercultural Mediators for a Multicultural Europe

Condividi