imprenditoria-stranieraI lavoratori stranieri producono ogni anno nel nostro paese circa 127 miliardi di ricchezza. I contributi previdenziali versati dai cittadini stranieri corrispondono a circa 640mila pensioni italiane. Dal 2011 al 2015 le imprese con titolare un cittadino straniero sono cresciute del 21,3%. Questo quanto emerge dall’ultimo Rapporto annuale sull’economia dell’immigrazione – L’impatto fiscale dell’immigrazione, realizzato dalla Fondazione Leone Moressa.

Dal punto di vista economico la ricchezza prodotta dai cittadini stranieri nel 2015 è pari a 127 miliardi, ossia l’8,8% del valore aggiunto nazionale, un dato di poco inferiore al fatturato del ‘gruppo Fiat’ (Exor, fatturato pari a 136 miliardi).

In Italia il tasso di occupazione dei cittadini stranieri è maggiore rispetto a quello degli italiani, ma nella maggior parte dei casi (66%) si tratta di lavori poco qualificati.

La popolazione straniera produce con la sua presenza diversi benefici per il nostro Paese tra questi troviamo i contributi pensionistici versati dagli stranieri occupati. Nel 2014 i contributi previdenziali hanno raggiunto quota 10,9 miliardi, ripartendo il volume complessivo per i redditi da pensioni medi, si calcola che i contributi dei lavoratori stranieri equivalgono a 640mila pensioni italiane. A questo va aggiunto il gettito Irpef complessivo pagato dai contribuenti stranieri (l’8,7% del totale contribuenti) pari a 6,8 miliardi.

Nel Rapporto si evidenzia anche la crescita avvenuta lo scorso anno degli imprenditori stranieri. Nel 2015 si contano 656 mila imprenditori immigrati e 550 mila imprese a conduzione straniera, che rappresentano il 9,1% del totale. Dal 2011 al 2015 le imprese condotte da titolari italiani sono diminuite del 2,6%, mentre quelle condotte da cittadini stranieri hanno registrato un incremento del 21,3%, e contribuiscono, con 96 miliardi di euro, alla creazione del 6,7% del valore aggiunto nazionale.

Infografica_Fondazione Leone Moressa 

Leggi anche:

Fondazione Leone Moressa: i lavoratori stranieri producono l’8,6% della ricchezza nazionale

Cosa pensano gli immigrati degli italiani? Lo rileva un sondaggio di Fondazione Leone Moressa

 

Condividi