Venerdì 1 Dicembre 2017 arriva a Roma il #WithRefugeesTour dell’artista francese Sandro Joyeux, realizzato in collaborazione con UNHCR – Agenzia ONU per i Rifugiati. Approda all’ANGELO MAI l’iniziativa che si propone di portare rifugiati e richiedenti asilo ospiti degli SPRAR – Servizio Centrale del Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati,  ad assistere gratuitamente ai concerti, per promuovere serate all’insegna della condivisione e dell’accoglienza attraverso la musica.

Restituire la musica delle proprie origini a chi è stato costretto a fuggire dal proprio paese a causa di guerre, violenze e persecuzioni. E’ questo l’intento del #WithRefugeesTour del cantautore italo-francese Sandro Joyeux, realizzato con il supporto di UNHCR –  Agenzia ONU per i Rifugiati e in collaborazione con SPRAR.

Il tour, partito da Lampedusa il 1 ottobre 2017 nell’ambito delle celebrazioni in programma per la Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione, sta toccando le principali città italiane. Ora è la volta della Capitale e per questa data, come per altre, gli organizzatori offrono ai Rifugiati e Richiedenti Asilo la possibilità di assistere gratuitamente all’evento.

Il concerto sarà preceduto da un monologo introduttivo dell’artista e performer teatrale senegalese Mohamed Ba dal titolo ‘Al principio’. Accompagneranno Sandro Joyeux, Mauro Romano al basso, Antonio Ragosta alla chitarra, Francesco Del Prete alla batteria e Inoussa Dembelè alle percussioni. Ospiti speciali Andrea Pesce (Fish) alle tastiere, Valerio Vigliar (voce) e Giorgio Tebaldi (Trombone).

L’evento su svolgerà all’ ANGELO MAI in Via delle Terme di Caracalla 55, Roma.

#WithRefugees è una campagna globale lanciata da UNHCR nel 2016 con l’obiettivo di rendere visibile la solidarietà e l’empatia verso i rifugiati a livello globale. Nel 2017 la campagna vuole promuovere tolleranza e non discriminazione a livello nazionale ed internazionale, rafforzando il contratto sociale tra le comunità di accoglienza e le comunità di rifugiati. In quest’ottica, il tour di Joyeux, grazie alla collaborazione anche dello SPRAR , mira a coinvolgere attivamente nei concerti le comunità di rifugiati ospitate nei centri di accoglienza dei vari territori, fornendo e restituendo accesso alla musica ai beneficiari di protezione internazionale.

Comunicato stampa

Per informazioni:

Ufficio Stampa UNHCR: Federico Fossi
Tel. 06 80212512
e-mail: fossi@unhcr.org
www.unhcr.it

Ufficio Stampa Sandro Joyeux:
Chiara Giorgi
Tel. 347 3351416
e-mail: chiagiorgi@gmail.com

Guarda la pagina FB Sandro Joyeux