Promuovere i temi di lavoro e formazione tra le attività di un corso di lingua italiana. A questo mira “La lingua del lavoro” il nuovo corso di italiano, livello A2 in partenza dal 12 novembre 2018. Rivolto a cittadini migranti e rifugiati e promosso dallo Sportello Unico per l’Accoglienza Migranti di Roma Capitale”. Scadenza per la presentazione delle domande: 7 novembre 2018.

Il corso avrà durata complessiva di 100 ore e si avvarrà di un metodo didattico che affiancherà alle lezioni di italiano, attività mirate a fornire strumenti necessari alla conoscenza del mondo del lavoro e dell’istruzione in Italia, con l’obiettivo di dotare gli studenti di un bagaglio di abilità utili al miglioramento della loro condizione nel nostro Paese (ripresa o accesso agli studi, qualificazione professionale, ricerca di un impiego).

Alle lezioni classiche in aula dedicate all’uso e alla struttura della lingua italiana, saranno affiancate lezioni in esterna con visite in Istituti scolastici e luoghi deputati alla ricerca del lavoro nella Capitale, con momenti di incontro con realtà associative e imprese locali che nel corso degli ultimi anni hanno segnato il passo sul mercato del lavoro e riconosciute come buone prassi di integrazione.

A completamento del percorso, gli iscritti potranno usufruire di un modulo formativo di orientamento al lavoro che comprenderà una guida all’uso del web come strumento di accesso alle offerte di lavoro, unitamente a un laboratorio di “Inclusione esperienziale” che aiuterà i ragazzi ad approfondire e sviluppare la conoscenza e la percezione di sé, in relazione al contesto ospitante. Entrambe le attività saranno a cura degli operatori dello Sportello Unico per l’Accoglienza Migranti di Roma Capitale.

Il programma si avvarrà inoltre dell’uso di telecamere professionali e di smartphone per la creazione di video Curriculum, una modalità sempre più utilizzata dal mercato del lavoro e un mezzo efficace per attirare l’attenzione dei recruiter, anche nei centri per l’impiego.

Al termine delle 100 ore, per cui si richiede una frequenza obbligatoria, l’obiettivo didattico del corso è quello del raggiungimento del livello A2, ritenuto sufficiente per sostenere un colloquio di lavoro, proseguire la formazione scolastica: licenza media nei CPIA di Roma o iscriversi ad un corso di formazione professionale (cucina, pasticceria, sartoria, cameriere di sala, badante ecc.)

Per accedere sarà necessario superare un test di livello A1 del Quadro comune europeo di riferimento della lingua italiana e un breve colloquio orale.

La formazione è a numero chiuso per un massimo di 20 partecipanti. Possono accedere al corso cittadini migranti e rifugiati ospiti dei Centri di accoglienza del Circuito Sprar o Centri di accoglienza ordinari e cittadini stranieri che non usufruiscono dei servizi di accoglienza.

Per partecipare all’ incontro di selezione che si svolgerà il giorno 8 novembre 2018, dalle ore 10,00 alle ore 13,00, è necessario inviare la scheda di candidatura all’indirizzo: inclusione@immigrazione.roma.it entro le ore 13,00 del 7 novembre 2018.

Le lezioni si svolgeranno dal 12 novembre 2018 al 4 gennaio 2019 dal lunedì al venerdì, dalle ore 10,00 alle ore 13,00 presso gli spazi dello Sportello Unico per l’Accoglienza Migranti di Roma Capitale – via Assisi, 39/41 Roma

Per informazioni:

Laura Antonini – Referente formazione Sportello Unico Accoglienza Migranti di Roma Capitale
Tel. 0678850299
email: inclusione@immigrazione.roma.it