Offrire un quadro chiaro di chi migra verso l’Europa e fornire informazioni utili per progettare al meglio politiche di integrazione che siano in grado di rispondere alle reali necessità dei titolari di protezione internazionale. Questi gli obiettivi del report “Who migrates to Europe? Educational and professional profiles of refugees in EU countries”, realizzato da Programma integra nell’ambito del progetto europeo REVaLUE – Refugees Empowerment through VET in an incLUsive Europe.

Il report è il risultato della ricerca condotta dai partner del progetto REVaLUE (Programma integra, FISPE – Français pour l’insertion sociale et professionnelle en Europe, Ashley Community Housing e Jövőkerék Alapítvány) nei rispettivi contesti nazionali – Italia, Francia, Regno Unito e Ungheria – sui livelli educativi e professionali dei migranti che arrivano in Europa in cerca di protezione internazionale.

Nella sezione C del rapporto è possibile trovare l’analisi comparativa della ricerca condotta nei quattro paesi europei interessati dal progetto, ovvero: Italia, Francia, Regno Unito e Ungheria.

Si è cercato di tracciare un quadro generale sulla situazione dei migranti, in particolare dei titolari di protezione internazionale, in termini di istruzione e formazione professionale. Nonostante i numerosi studi sul profilo demografico e geografico di coloro che ricevono la protezione internazionale, mancano ancora ricerche comparative sul loro livello medio di istruzione.

Sebbene l’ambito del progetto sia limitato ai quattro paesi coinvolti nel partenariato, il report può comunque fornire una maggiore comprensione del profilo educativo e professionale medio dei rifugiati, ponendosi anche come strumento utile per i responsabili politici nel progettare adeguate politiche di inclusione lavorativa per i rifugiati.

E’ stata inoltre realizzata un’analisi dei percorsi educativi e delle esperienze lavorative dei migranti nei paesi interessati dall’indagine, che ha messo in luce la difficoltà di trovare informazioni ufficiali su questi macrotemi. Tuttavia, sono state definite le caratteristiche generali dei loro percorsi professionali, evidenziando le professioni più comuni.

Infine, il rapporto illustra quali sono i bisogni più urgenti, comunemente percepiti, dai titolari di protezione internazionale. Quindi, si propone un elenco delle principali esigenze formative dei migranti così come vengono percepite dagli operatori dei servizi per l’integrazione, coinvolti nella ricerca. Mentre l‘analisi dei career plans ha consentito di  comprendere meglio le aspirazioni dei migranti in termini di carriera professionale e quali sono le loro aspettative alla luce della loro comprensione del mercato del lavoro locale.

Il rapporto si conclude con una panoramica dei fondi nazionali, regionali e locali per l’inclusione sociale dei titolari di protezione internazionale e una presentazione di alcune buone pratiche in tale ambito.

Report ‘Who migrates to Europe? Educational and professional profiles of refugees in EU countries’

Leggi anche:

Approcciarsi all’imprenditoria sociale nei servizi per migranti: al via a Roma il secondo corso di REVaLUE rivolto a cittadini migranti

Formarsi per operare nei servizi rivolti ai cittadini stranieri: a Roma offerta formativa gratuita del Progetto REVaLUE rivolta a migranti

Progetto europeo REVaLUE per l’accesso al lavoro dei rifugiati: le ultime novità

Condividi