E’ stato lanciato oggi, 9 dicembre, nell’evento conclusivo dell’Anno europeo dei cittadini 2013, a cui hanno partecipato il Ministro per gli Affari Europei, Enzo Moavero Milanesi, la Ministra per l’Integrazione Cécile Kyenge e il sottosegratario all’Istruzione, Università e Ricerca, Gian Luca Galletti, il progetto ‘Europa nelle lingue del mondo’, gestito da Programma integra e finalizzato a informare i cittadini naturalizzati italiani sui loro diritti di cittadinanza europea. L’intervento è promosso in Partenariato di Gestione dalla Commissione europea, Parlamento europeo, Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri.

Se davvero l’Europa vuole raggiungere i suoi cittadini non può prescindere dai ‘nuovi cittadini europei’. È partendo da questo assunto che è nato ‘Europa nelle lingue del mondo’, progetto di comunicazione e sensibilizzazione rivolto ai cittadini naturalizzati italiani.

Secondo i più recenti dati ONU, l’Europa, con 72 milioni di migranti internazionali, si conferma nel 2013 la principale area di destinazione di chi emigra. Nell’Unione Europea è presente il numero più massiccio: sono 33,3 milioni gli stranieri (persone non cittadini del Paese in cui risiedono) dimoranti nel territorio di uno Stato membro, pari al 6,6% della popolazione totale. Arrivano, invece, a quasi 49 milioni le persone nate fuori dal Paese dell’Unione nel quale risiedono (9,7% della popolazione totale).

Il progetto ‘Europa nelle lingue del mondo’ è stato ideato anche alla luce di questi dati, per sensibilizzare i nuovi cittadini italiani – che contestualmente diventano a tutti gli effetti anche nuovi cittadini europei – su valori, attività e opportunità promossi dall’Unione Europea e su come godere dei diritti connessi alla cittadinanza europea, analizzando allo stesso tempo la percezione e la conoscenza della dimensione europea di questi nuovi cittadini.

Molteplici sono gli strumenti messi in campo dal progetto:

  • il sito web www.nuovicittadinieuropei.it, tradotto in arabo, bengalese e russo (le principali lingue non diffuse in UE parlate dai cittadini che chiedono e ottengono la cittadinanza italiana), che informa sui principali diritti e opportunità offerti dall’essere cittadini europei e offre i dati più aggiornati sui nuovi cittadini italiani (numeri, provenienza, motivi di ottenimento della cittadinanza);
  • depliant informativi con pillole sui diritti di cittadinanza europea distribuiti presso gli uffici comunali cittadinanza di Roma, Milano e Napoli dove i nuovi cittadini prestano giuramento diventando italiani;
  • uno spot che verrà diffuso via web e tv;
  • workshop con protagonisti i nuovi cittadini italiani, organizzati nelle città di Milano, Napoli e Roma;
  • un sondaggio di opinione per indagare la conoscenza della dimensione europea della cittadinanza presso i nuovi cittadini, diffuso online e sottoposto a tutti i nuovi cittadini dei Comuni di Milano, Napoli e Roma.

Al progetto partecipano i Comuni di Milano, Napoli e Roma.

Per conoscere i tuoi diritti di cittadinanza europea, visita il sito web www.nuovicittadinieuropei.it.

Leggi anche:

Anno europeo dei cittadini 2013 – Evento conclusivo

 

Condividi