Programma integra cerca donne migranti per realizzare una nuova attività, che attraverso la tecnica del “Photovoice” intende promuovere una riflessione e favorire una maggiore conoscenza e consapevolezza delle ragazze e delle donne migranti sul tema della sessualità e dei diritti sessuali e riproduttivi.

Cos’è il Photovoice?

Il Photovoice è una metodologia efficace per analizzare e riflettere su esperienze di vita quotidiana e con la quale le persone possono rappresentare alcuni aspetti e contenuti critici delle loro comunità o gruppo di riferimento attraverso la tecnica fotografica.

L’obiettivo finale di questa tecnica è, quindi, quello di generare un’azione sociale che favorisca l’emergere di processi di riflessione e di empowerment collettivo nelle partecipanti, mirando a una trasformazione sociale e dunque alla nascita di cambiamenti sostanziali nelle loro vite, cambiamenti legati a garantire una serie di diritti. 

Cosa faremo?

L’attività, realizzata nell’ambito del progetto europeo Photovoice: a window on sexual and emotional right of migrants finanziato dal Programma Erasmus +, si snoderà attraverso 5 diverse sessioni che prevedono momenti di incontro, informazione e formazione, che traghetteranno le partecipanti verso la realizzazione di una serie di scatti fotografici che potranno mostrare agli occhi di chi guarda la loro personale visione in tema di sessualità e diritti sessuali e riproduttivi.

  1. incontro per conoscerci e creare il nostro gruppo “Photovoice”
  2. incontro con una dottoressa specializzata per parlare e riflettere su temi legati alla sessualità e ai diritti sessuali e riproduttivi
  3. incontro per conoscere la tecnica del Photovoice, ossia come raccontare alcuni elementi della vostra vita quotidiana attraverso le immagini 
  4. fase pratica: fotografare. Le partecipanti avranno un periodo di tempo per scattare le foto rappresentative dei temi trattati
  5. incontro collettivo per guardare, analizzare e selezionare gli scatti realizzati, che comporranno la mostra fotografica finale. In questa fase, per ogni foto selezionata, le autrici attraverso la scrittura di una didascalia, daranno un’ulteriore chiave di lettura dell’immagine al “visitatore”.

Al termine delle sessioni di lavoro, sarà allestita una Mostra finale, che viste le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, con tutta probabilità sarà pensata come un evento online da svolgersi sulle pagine social dei partner di progetto, con interazione aperta al pubblico dei “visitatori”. Dopo l’evento gli elaborati continueranno ad avere visibilità in rete, attraverso articoli e lanci.

Le sessioni si svolgeranno tra metà aprile e metà maggio 2021 e, se possibile, saranno realizzate in presenza, nel rispetto di tutte le misure di prevenzione del contagio da COVID-19, in alternativa gli incontri si terranno da remoto, attraverso la piattaforma Zoom.

L’attività è rivolta a donne migranti che hanno conseguito la maggiore età. Per scattare le foto è sufficiente uno smartphone. 

Se sei interessata a partecipare, compila la Scheda di iscrizione PHOTOVOICE e inviala a l.antonini@programmaintegra.it entro il 7 aprile 2021.

Per informazioni:

Laura Bianconi
l.bianconi@programmaintegra.it

Laura Antonini
l.antonini@programmaintegra.it

 

 

Condividi