Scopri le attività dell'area ricerca e scambio di buone pratiche

Programma integra è impegnata nella realizzazione di progetti di ricerca e scambio di buone pratiche a livello europeo.

Principali temi dei progetti:

  • Imprenditoria migrante
  • Formazione e sviluppo di competenze professionali degli operatori
  • Imprenditoria sociale
  • Formazione di migranti e rifugiati
  • Minori stranieri non accompagnati

Principali programmi di finanziamento di riferimento:

  • Erasmus+
  • AMIF – Asylum Migration and Integration Fund
  • EaSI – Employment and Social Innovation Programme

I nostri partner europei

Per informazioni:

e-mail: progetti@programmaintegra.it

Progetti conclusi

Sperimentazione di un “toolkit” con Family for Every Child per l’integrazione dei giovani migranti

Programma integra dal 2019 è parte della rete internazionale Family for Every Child: un network mondiale di 43 organizzazione locali che lavorano in 37 paesi per migliorare la vita dei bambini e delle loro famiglie in stato di bisogno. Dal 2022 abbiamo cominciato a lavorare nell’ambito del gruppo di lavoro “Re- Integration of Children on the move” su strumenti condivisi a sostegno dell’integrazione dei minori portando il nostro contributo ad un team di esperti. Nel gennaio 2023 si è arrivati alla definizione di un Toolkit per l’integrazione dei minori soli in transito o in arrivo nei paesi europei e mediterranei. Il 17 aprile è partita la fase di verifica della validità dello strumento in Italia, Germania e Grecia. Programma integra sperimenterà la validità del toolkit su 24 operatori ed esperti e 18 minori soli e giovani migranti chiedendo loro informazioni e suggerimento su come migliorarlo.

Vai alla scheda progetto

Re Impact: impact investing in refugees integration

Il progetto intende realizzare uno studio di fattibilità sull’applicabilità del Social Impact Bond per l’integrazione dei rifugiati. Lo studio partirà dallo studio del significato di integrazione e dal suo impatto economico per poi arrivare ad un’analisi dell’applicabilità di uno strumento di finanza innovativo per favorire l’inclusione dei rifugiati attraverso analisi e interviste.

Vai alla scheda progetto

Let’s Digital – Digital training methods to support migrant women entrepreneurial learning

Il progetto mira a dotare i professionisti che lavorano con le donne migranti di competenze digitali per migliorare la loro capacità di fornire attività di formazione e altri servizi correlati, attraverso strumenti ICT. I partecipanti acquisiranno anche competenze sull’imprenditoria per sostenere le donne migranti a definire i loro itinerari di inserimento nel mercato del lavoro, nonché competenze trasversali su multiculturalismo, comunicazione e questioni di genere. Il progetto è finanziato dal Programma Erasmus+, Azione Chiave 2 – Partenariati per la preparazione all’educazione digitale.

Vai alla scheda progetto

PRODEMO – Promoting democratic engagement through mobile participation

PRODEMO intende promuovere la partecipazione politica e l’impegno civico dei cittadini europei in mobilità in Italia, Portogallo e Belgio, non solo coinvolgendoli direttamente, ma anche rivolgendosi a quegli enti che hanno il potenziale per sostenerli, cioè le autorità pubbliche e le organizzazioni della società civile. Il progetto è cofinanziato dal programma REC – Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza dell’Unione Europea, per migliorare la consapevolezza dei diritti di cittadinanza dell’UE e l’inclusione dei cittadini dell’UE in mobilità.

Vai alla scheda progetto

SUPPORT ME Supporting practioners in training migrants in Europe

Support Me nasce per soddisfare delle esigenze formative emerse durante un precedente progetto chiamato “DIME – Developing a referential of skills and training modules favoring the Inclusion of Migrants to Europe” (DIME – Sviluppare un referenziale di competenze e moduli formativi a favore dell’inclusione dei migranti in Europa). Durante il progetto DIME, gli operatori coinvolti nella fase di sperimentazione hanno espresso un forte desiderio di essere formati su temi specifici legati alle competenze interculturali. Support Me mira a soddisfare questa esigenza formativa, attraverso un approccio multidisciplinare e multiprofessionale, fornendo le conoscenze e le informazioni chiave di cui hanno bisogno gli operatori del settore per favorire un’effettiva ed efficace inclusione sociale e professionale dei migranti. Il progetto è finanziato dal Programma Erasmus +, Attività Chiave 2 – Partenariati strategici per l’Educazione degli adulti.

Vai alla scheda progetto

OPEN-Leveraging the Potentialities of New Media and Proactivr CSOs and Grass Root Movements to Overcome Islamic Radicalization

Il progetto OPEN mira ad analizzare e combattere il processo di radicalizzazione online nelle città di Roma, Nizza, Strasburgo, Stoccolma e Elche, attraverso la realizzazione di una campagna di comunicazione e iniziative di sensibilizzazione sia online che offline. OPEN è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Civil Society Empowerment.

Vai alla scheda progetto

Social B – Social Business educational ecosystem for Sustainability and Growth

SocialB mira a sviluppare e fornire un approccio innovativo per l’insegnamento e l’accompagnamento nello sviluppo delle capacità delle imprese sociali, sviluppando specifiche risorse di apprendimento, che possono essere utilizzate. Il progetto partirà da una valutazione completa dei bisogni di formazione nelle aree essenziali per la crescita delle Imprese sociali. Sulla base di queste conoscenze, SocialB progetterà e testerà unità di apprendimento che includeranno un mix di metodologie per studenti e imprese sociali per facilitare lo sviluppo di abilità imprenditoriali. Università, enti formativi, agenzie di sviluppo e imprese sociali provenienti da Irlanda, Italia, Grecia e Slovenia forniranno una rete di alta qualità in Europa per far avanzare l’agenda delle imprese sociali. Il progetto è finanziato dal programma Erasmus plus – KA 2- Cooperation for innovative and exchange of good practices – Knowledge alliances

Vai alla scheda progetto

FENCE – Fighting gENder bias and Contributing in gender Equity

Il progetto FENCE mira a una diminuzione pratica dei pregiudizi legati al genere attraverso una maggiore conoscenza e consapevolezza sulle questioni di genere e all’aumento di capacità utili a promuovere la parità. FENCE nasce dalla consapevolezza che gli stereotipi di genere limitano lo sviluppo dei talenti e delle capacità sia delle donne che degli uomini, così come le loro esperienze educative e professionali e le loro opportunità di vita in generale. Una realtà, questa, che richiede azioni efficaci e coordinate nonché strumenti di formazione per rendere i diversi attori chiave più consapevoli e sensibili alle questioni di genere. Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2019, Attività Chiave 2 – Partenariati strategici per l’Educazione degli adulti.

Vai alla scheda progetto

Refu’In – An Innovative Tool for the Inclusion of Refugees

Il progetto Refu’In intende identificare e diffondere buone pratiche, a livello locale, nazionale ed europeo afferenti l’ambito dell’inclusione sociale dei rifugiati e dei richiedenti asilo accolti nei paesi UE. Grazie all’analisi delle buone pratiche individuate verrà sviluppato un kit formativo che permetterà a tutti i partner coinvolti di formare tecnici, operatori sociali e tutti coloro che sono coinvolti nei servizi per l’immigrazione, al fine di migliorare le strategie di intervento con richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2019, Attività Chiave 2 – Partenariati strategici per l’Educazione degli adulti.

Vai alla scheda progetto

REC – Professional skills’ development for recognition and validation of informal and non-formal competences learning of migrants and refugees & labour market inclusion

Il progetto REC intende creare/trovare standard comuni -in termini di competenze dei professionisti, strumenti, percorsi di qualificazione dei professionisti- nell’ambito della formazione professionale e propedeutici all’inserimento nel mondo del lavoro di migranti e rifugiati. Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2018, Attività Chiave 2, Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche.

Vai alla scheda progetto

Ricerca-azione ‘Il territorio come driver di sviluppo locale in ottica transculturale’

Obiettivo della ricerca-azione è la rilevazione dei bisogni dei cittadini di paesi terzi residenti nel territorio del Consorzio Valle del Tevere ASL 4 Distretto socio-sanitario 4 che comprende 17 Comuni situati nell’area settentrionale della provincia di Roma. È finanziata dal Consorzio Valle del Tevere nell’ambito del progetto IMPACT Lazio, co-finanziato da Commissione Europea e Ministero dell’Interno – Fondo Migrazione, Asilo e Integrazione (FAMI).

Vai alla scheda progetto

INSERT PRO Migrants – Support the PROfessional Integration of Migrants in Europe

Il progetto INSERT PRO Migrants intende migliorare l’inserimento lavorativo e/o l’accesso all’imprenditoria di migranti e rifugiati, una vera sfida per tutti gli attori legati al mondo della formazione e dell’occupazione in Europa. INSERT PRO Migrants è co-finanziato dal Programma Erasmus+, annualità 2017, Attività Chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Partenariati strategici per la formazione professionale.

Vai alla scheda progetto

REVaLUE – Refugees Empowerment through VET in an incLUsive Europe

Il progetto REVaLUE si pone l’obiettivo di migliorare l’inclusione lavorativa dei rifugiati attraverso la promozione e facilitazione del loro accesso a lavori qualificati. A questo scopo, il progetto ideerà e validerà un kit di strumenti per la valutazione delle competenze dei destinatari, due corsi di formazione professionali per sviluppare abilità professionali, abilità chiave e trasversali, e laboratori di formazione on the job. REVaLUE è co-finanziato dal Programma Erasmus+, annualità 2016, Attività Chiave 2 – Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Partenariati strategici per la formazione professionale.

Vai alla scheda progetto

SMART – Volunteering for Female Migrants

SMART è un progetto di cooperazione intersettoriale – società civile, comunità imprenditoriale e donne migranti – che intende promuovere una migliore integrazione e una partecipazione attiva delle donne provenienti da paesi terzi nella vita socio-economica delle società europee. Il progetto si costruisce su pratiche e strumenti innovativi che, riadattati alle esigenze di progetto e dei suoi gruppi target, consentiranno di creare un percorso strutturato per l’aggiornamento e il miglioramento delle competenze delle donne migranti nonché un percorso di conoscenza e sensibilizzazione sul tema del volontariato quale strumento di inclusione indirizzato a soggetti del terzo settore e del mondo delle imprese. SMART è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Fondo AMIF – Asylum, Migration and Integration Fund 2017.

Vai alla scheda progetto

Sito web SMART – Volunteering for Female Migrants 

Parents4all

Il progetto Parents4all intende rafforzare e sviluppare le competenze interculturali dei genitori delle società di accoglienza e dei genitori di origine straniera, al fine di contribuire efficacemente all’inclusione sociale degli alunni stranieri in età scolare. Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2017, Attività Chiave 2, Attività Chiave 2, Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche.

Vai alla scheda progetto

Sito web Parents4all

SESBA – Social Enterprise Skills for Business Advisers

Il progetto SESBA si propone di fornire nuovi strumenti metodologici ai consulenti di impresa che intendono offrire il proprio supporto alle imprese sociali. Uno dei principali risultati del progetto sarà la creazione di un toolkit con tutti i materiali per migliorare i servizi di consulenza sull’imprenditoria sociale e, allo stesso tempo, incoraggiarne la diffusione. SESBA è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2015, Attività Chiave 2, Partenariati strategici nel settore VET – Vocational Education and Training.

Vai alla scheda progetto

Sito web progetto SESBA

LL2II – Learning of Local Bodies to Integrate Immigrants

Il progetto LL2II intende formare, responsabilizzare e mettere in rete gli enti locali e gli operatori che si occupano dei servizi rivolti ai migranti, al fine di costruire nuove prassi per agevolare l’inclusione e l’integrazione dei cittadini stranieri nelle società di accoglienza. Il progetto prevede inoltre la realizzazione di un curriculum formativo, basato su una metodologia innovativa, rivolto agli enti locali e agli operatori che esercitano nel mondo dell’immigrazione. LL2II è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2015, Attività Chiave 2, Cooperazione per l’innovazione e lo scambio di buone pratiche – Partenariati strategici per la formazione degli adulti.

Vai alla scheda progetto

Sito web www.ll2ii.eu

WINGS – Elevating Women Entrepreneurship Initiatives for Generating Sustainable Impact and Networks

Il progetto WINGS intende creare un network europeo sull’imprenditoria femminile e una piattaforma online per agevolare l’accesso e la condivisione degli strumenti di apprendimento e di formazione, e sostenere le donne imprenditrici. Il progetto darà particolare attenzione all’imprenditoria delle donne migranti attraverso la produzione di un report regionale su questa specifica tematica. WINGS è cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma di Apprendimento Permanente 2013, Attività Chiave 3, ICT Multilateral Network.

Vai alla scheda progetto

Sito web wings-network.eu

I SEE YOU – Initiative to foster Social Entrepreneurship Experience for Youth

Il progetto I SEE YOU intende sviluppare un approccio flessibile e integrato volto a formare e aumentare le capacità imprenditoriali dei giovani disoccupati in Europa, ponendo uno specifico accento sulla situazione dei giovani migranti e/o appartenenti a minoranze. Il progetto si propone di offrire, ai giovani disoccupati che dimostrino affinità con le It, gli strumenti per la creazione di una propria impresa sociale. I SEE YOU è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2014, Attività Chiave 2, Partenariati Strategici nel settore della gioventù. Numero di progetto: 2014-1-AT02-KA205-000212.

Vai alla scheda progetto

Sito web www.iseeyou-network.eu

TIME – Train Intercultural Mediators for a Multicultural Europe

Il progetto TIME intende esplorare le pratiche di formazione e di impiego dei mediatori interculturali che lavorano nell’ambito dell’immigrazione in UE. Il progetto promuove lo scambio di buone pratiche nel campo della mediazione interculturale, proponendo nuovi programmi di formazione sia per i mediatori interculturali che per i loro formatori. TIME è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Erasmus+ 2014, Attività Chiave 2, settore VET – Vocational education and training. Numero di progetto: TIME – 2014-1-ΕL01-KA202-001576.

Vai alla scheda progetto

Sito web www.mediation-time.eu

I Minori stranieri a Roma – Seconda Fase

Il progetto ‘I minori stranieri a Roma – Seconda Fase’, finanziato dai fondi erogati dalla Cabina di regia per il piano cittadino – Legge 285/97, intende proseguire l’indagine sulla condizione dei minori stranieri a Roma, avviata con il progetto “I minori stranieri a Roma”, conclusosi nel 2012.

Vai alla scheda progetto

Leggi il Dossier 2015
I minori stranieri a Roma: quadro statistico e analisi dei percorsi di integrazione

I minori stranieri a Roma: quadro statistico e analisi dei processi di integrazione

Il progetto “I minori stranieri a Roma”, coordinato da Programma integra e finanziato da Roma Capitale – Dipartimento per la Promozione dei Servizi Sociali e Salute nell’ambito del progetto “Cabina di regia per il Piano Cittadino” in attuazione della legge 285/97, intende realizzare un’indagine sulla condizione dei minori stranieri che vivono a Roma e fornire proposte e strumenti di intervento per migliorare le iniziative realizzate dall’Ente locale per questi soggetti.

Vai alla scheda progetto

Leggi la scheda di sintesi del Dossier

REdHNET – Romani People and Educational and Housing Policies: Key Links to Share

Il progetto REdHNET mira a creare e ampliare un solido Network a livello europeo – formato da autorità regionali e locali, organizzazioni della società civile, associazioni Rom, centri di ricerca e altri attori istituzionali – volto a promuovere un apprendimento reciproco delle politiche e a rafforzare l’impegno politico degli attori coinvolti nello sviluppo e nella realizzazione di iniziative locali, in ambito educativo ed abitativo, rivolte ai migranti Rom, provenienti in particolare da Romania e Bulgaria, sia nei paesi di origine che in quelli di destinazione. Il progetto è co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma di Apprendimento Permanente, Attività Chiave 1. Politiche di Cooperazione e Innovazione, Azione 3.2 Sostegno alle attività di rete per la sensibilizzazione sulle esperienze di maggior successo per l’inclusione sociale dei Rom, inclusi gli aspetti culturali, linguistici e sociali.

Vai alla scheda progetto