Cittadinanza: 246 comuni hanno assegnato la cittadinanza onoraria a minori stranieri

I Comuni italiani che conferiscono la cittadinanza onoraria ai bambini nati nel nostro paese crescono sempre più. Da diverso tempo l’Unicef Italia e l’Anci – Associazione nazionale comuni italiani – sollecitano le amministrazioni a prendere queste iniziative simboliche per anticipare una riforma della legge sulla cittadinanza.In attesa di una riforma della legge sulla cittadinanza per i figli degli immigrati nati e cresciuti nel territorio italiano, crescono rapidamente i comuni italiani che scelgono di conferire ad essi la cittadinanza onoraria.

Nel febbraio 2013 i Comuni ad aver consesso le cittadinanze onorarie ai minori stranieri era soltanto 106, ma durante l’anno sono aumentati fino a diventare 246. Tra questi troviamo: Milano, Torino, Bologna, Napoli, Pordenone, Perugia, Pesaro Urbino, Crotone, Catanzaro, Savona, Arezzo, Cremona, Ferrara, Salerno, La Spezia.

L’ultima amministrazione che ha compiuto questo gesto simbolico è stata l’Aquila, il cui sindaco ha consegnato ad un centinaio di bambini nati in Italia da giovani stranieri, la pergamena che riconosce ai minori, ancora senza cittadinanza, l’appartenenza simbolica al Comune, insieme ad una copia della Costituzione italiana, tradotta in 12 lingue.

Leggi anche:

Progetto Europa nelle lingue del mondo: cittadinanza in Italia, trend di concessioni in crescita

Cittadinanza: nel 2011 sono oltre 700 mila i nuovi cittadini europei

Dossier Unar – Idos: oltre ai dati statistici più attenzione alle discriminazioni

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy