Corte Costituzionale: eliminate le restrizioni per gli stranieri in materia di prestazioni di invalidità

La Corte Costituzionale con la sentenza 230/15 ha eliminato il requisito del possesso di un permesso di soggiorno di lungo periodo anche per le prestazioni di invalidità dirette a cittadini stranieri affetti da sordità.

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’incostituzionalità dell’art. 80, comma 19, della legge 388/2000, nella parte in cui subordina al requisito della titolarità della carta di soggiorno la concessione ai cittadini stranieri legalmente soggiornanti della pensione di invalidità civile per sordi (legge 381/70 modificata dalla legge 95/06) e dell’indennità di comunicazione (legge 508/88, art. 4).

La pensione di invalidità per sordi e l’indennità di comunicazione rappresentano infatti ’prestazioni economiche peculiari, che si fondano sull’esigenza di assicurare – in una dimensione costituzionale orientata verso la solidarietà come dovere inderogabile (art. 2 Cost), verso la tutela del diritto alla salute anche nel senso dell’accessibilità ai mezzi più appropriati per garantirla (art. 32 Cost.), nonché verso la protezione sociale più ampia e sostenibile (art. 38 Cost.) – un ausilio in favore di persone svantaggiate, in quanto affette da patologie o menomazioni fortemente invalidanti per l’ordinaria vita di relazione e, di conseguenza, per le capacità di lavoro e di sostentamento’.

Nella sentenza la Corte afferma inoltre che l’art. 80, comma 19, della legge 388/2000 opera irragionevolmente una discriminazione nei confronti dei cittadini extra UE legalmente soggiornanti ‘con l’attribuzione di un non proporzionato rilievo alla circostanza della durata della permanenza legale nel territorio dello Stato, in contrasto con il principio costituzionale di eguaglianza sostanziale’.

La sentenza 230/15 conclude un percorso iniziato sette anni fa con la sentenza 306/2008 in materia di indennità di accompagnamento.

Corte Costituzionale_sentenza 230/15_prestazioni di invalidità

Leggi anche:

Inps: le prestazioni di disabilità saranno riconosciute a tutti gli immigrati

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy