Frontex: nel 2015 segnalati 12mila trafficanti di esseri umani

Nel 2015 sono stati segnalati circa 2 milioni di attraversamenti illegali delle frontiere esterne UE. Siria e Afghanistan i principali paesi di provenienza dei migranti giunti illegalmente. Segnalati lo scorso anno oltre 12mila trafficanti. Questi alcuni dati emersi dall’Annul risk report 2016, realizzato da Frontex – Agenzia per il controllo delle frontiere esterne dell’UE.

Nel 2015 sono stati segnalati 1,82 milioni di attraversamenti illegali delle frontiere esterne UE, un dato più di sei volte superiore a quello registrato nel 2014.

In base ai dati diffusi da Frontex la maggior parte delle segnalazioni proviene dalla rotta del Mediterraneo orientale (885.400), specialmente dalle isole greche e dall’Egeo. Siria e Afghanistan sono i principali paesi di origine dei migranti giunti illegalmente.

Circa 764.000 segnalazioni sono pervenute dalla rotta balcanica, in particolare dal confine serbo dell’Ungheria e della Croazia.

Lo scorso anno si è ridotto a 154mila il numero di arrivi dalla rotta del Mediterraneo centrale. In gran parte, secondo l’Agenzia, questo è dovuto al fatto che i siriani si sono spostati sulla rotta orientale.

Il numero record di migranti che cercano di farsi strada verso l’Europa ha portato anche ad un aumento del numero di trafficanti, 12.000 segnalati e provenienti principalmente da Marocco, Spagna, Albania e Siria.

Il rapporto sottolinea infine tre principali sfide da affrontare alle frontiere esterne europee nel 2016: l’aumento senza precedenti della pressione migratoria, la crescente minaccia terroristica e l’aumento costante del numero di viaggiatori regolari.

Frontex_Annual risk analysis 2016

Leggi anche:

Frontex: nei primi nove mesi del 2015 giunti in UE 710mila migranti

Frontex: oltre 270mila i migranti illegali giunti in UE nel 2014

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy