Con l’obiettivo di promuovere la realizzazione di reti per l’inclusione dei migranti afghani sul territorio della Regione Lazio, da maggio scorso sono state avviate le attività del progetto IRIS – Inclusione, Reti, Servizi per migranti afghani. L’azione, che vede tra i partner Programma integra, è finanziata dalla Regione Lazio-FSE.

Le attività del progetto sono destinate a migranti afghani in transito o stanziali sui territori di Roma Capitale e Città Metropolitana. Dal suo avvio IRIS ha predisposto la realizzazione delle seguenti azioni:

  • servizi di mediazione linguistica e culturale
  • attività formative e di orientamento
  • sportelli Care: casa, servizi, lavoro e famiglia
  • sostegno psicologico ed laboratori di empowerment femminile
  • tavoli tematici ed eventi di sensibilizzazione

Per agevolare l’accesso di persone più fragili alle attività di progetto, è previsto inoltre l’affiancamento da parte di un’equipe multidisciplinare che potrà facilitare lo scioglimento dei nodi cruciali che vincolano nella vulnerabilità i beneficiari, ovvero: la lingua, la professionalizzazione, gli aspetti legali o sanitari e la condizione abitativa di persone adulte, nuclei familiari e minori.

IRIS realizza servizi e azioni in rete con con le organizzazioni del territorio; legami nuovi o consolidati proprio attraverso il progetto, poiché l’integrazione di diverse visioni e risorse potranno e dovranno concorrere a una maggiore sensibilizzazione del territorio verso il sostegno e l’accoglienza delle persone migranti e rifugiate.

Le attività progettuali si svolgono a Roma, in particolare nelle sedi operative presenti nel III – IV e VII Municipio e a Monterotondo (RM), possono però accedere al progetto anche persone residenti o domiciliate in tutta la Regione Lazio.

Il partenariato di IRIS è composto da Folias cooperativa sociale, in qualità di Capofila e dai partner: Programma Integra, Alicenova, Magliana 80, Folias Formazione, Associazione ADDRESS.

 

Condividi