Imprenditoria in Italia: dal 2010 aumentate di quasi 100mila unità le ditte straniere

Lo scorso anno le ditte individuali con titolari cittadini stranieri sono cresciute di quasi 23mila unità. Marocco, Cina e Albania i principali paesi di provenienza degli imprenditori stranieri nel nostro Paese. In Lombardia e nel Lazio si concentra il maggior numero di imprese straniere, mentre Prato si conferma la capitale italiana dell’imprenditoria immigrata. Questi alcun i dati elaborati da Unioncamere.

In Italia al 31 dicembre 2015 sono 354.113 le imprese con titolare un cittadino straniero, registrando un aumento di quasi 23mila unità rispetto al 2014, il 10,9% di tutte le imprese individuali operanti nel nostro Paese. Nel 2010 erano, invece, poco più di 280mila le imprese con titolare straniero, circa 100mila in meno.

Gli imprenditori marocchini sono i più numerosi in Italia, con 67.415 mila ditte, il 19,04% del totale delle imprese straniere, che si concentrano soprattutto nel settore del commercio (49mila). Seguono, con 49.048 mila ditte, gli imprenditori cinesi, attivi soprattutto nel settore manifatturiero (16.845) e nella ristorazione (6.171).

Un dato che risulta in aumento è la presenza di piccoli imprenditori extra-UE particolarmente significativa nelle attività artigiane, infatti, sono oltre 120mila, un terzo di tutte le micro-aziende di immigrati, con forti specializzazioni in settori economici quali i servizi alle imprese (dove il 23% è extra-UE), il commercio (16,4%) e le costruzioni (15,2%).

I principali settori in cui operano le imprese straniere sono: commercio (161.313), edilizia (75.742), attività manifatturiere (29.240) e servizi alle imprese (20.757).

Gli imprenditori stranieri in Italia provengono principalmente da: Marocco (19,04%), Cina (13,85%), Albania (8,73%), Bangladesh (8,13%) e Senegal (5,48%).

Le regioni italiane in cui si registra il maggior numero di imprese straniere sono: Lombardia (66.766 ditte), Lazio (39.925), Toscana (35.058) e Liguria (13.704). Prato, con il 40,9% di imprese individuali con passaporto extra-UE, si conferma nuovamente ‘la capitale virtuale dell’imprenditoria immigrata in Italia’.

Comunicato stampa_Unioncamere

Leggi anche:

Imprenditoria straniera: +28mila imprese nel 2014

Imprenditoria straniera: nel 2013 oltre 490mila imprese in Italia

Imprenditoria migrante: quali i fattori che la favoriscono? Il nuovo rapporto di Programma integra

 

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy