Nella giornata del 21 novembre si sono mossi a Roma due importanti passi a supporto delle vittime di violenza: l’inaugurazione di A Casa di Ornella, una struttura di semi autonomia per persone transgender, intersessuali e non binarie, vittime di transfobia, a cui è seguito un evento pubblico presso la sede del Municipio VII, che ha visto la partecipazione di figure istituzionali significative nella lotta alla violenza di genere e organizzazioni del Terzo settore il cui impegno quotidiano rappresenta, in molti casi, una reale possibilità di ricostruzione di vite libere dalla violenza e dal sopruso.

Si chiama “Refuge T – A Casa di Ornella”, ospitata in un villino confiscato alla criminalità ormai di proprietà comunale, la struttura di semi autonomia per persone trans intitolata in memoria di Ornella Serpa e inaugurata nel pomeriggio di ieri. Frutto dell’impegno dell’ex assessora del Municipio VII Cristina Leo, il progetto è stato completato dall’attuale amministrazione. La struttura, gestita da Gay Center e Programma Integra, accoglie già le prime due ospiti.

Presenti all’evento di inaugurazione Pietro Turano portavoce di Gay Center, Valentina Fabbri presidente di Programma Integra, Francesco Laddaga presidente Municipio VII, Adriana Rosasco assessora pari opportunità Municipio VII, Michela Cicculli Presidente commissione Pari Opportunità Roma Capitale, Marilena Grassadonia, Ufficio Diritti LGBT Roma Capitale, Flavia Cardini presidente commissione pari opportunità Municipio VII.

La delegazione si è poi spostata presso la Sala Rossa del Municipio VII per l’incontro pubblico dal titolo “Attraverso il genere: sciogliere i nodi della violenza” . I saluti istituzionali dell’Assessora Adriana Rosasco, del Presidente del VII Municipio Francesco Laddaga e di Flavia Cardini, Presidente della commissione municipale Pari Opportunità hanno aperto i lavori; la parola è passata poi ad alcune delle organizzazioni più attive sul territorio romano, che hanno potuto raccontare il lavoro quotidiano e le importanti esperienze “sul campo” di chi opera a supporto di donne e persone trans vittime di violenza.

Sono intervenuti:

Hanno concluso l’evento gli interventi di Marilena Grassadonia – coordinatrice dell’Ufficio Diritti Lgbt+ di Roma Capitale e Michela Cicculli- presidente della commissione Pari opportunità di Roma Capitale.

Le due iniziative sono state fortemente volute dall’Amministrazione del Municipio VII di Roma, Programma integra e Gay Center, sull’onda di due importanti celebrazioni: la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne e il Transgender Day of Remembrance, allo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e portare alla luce l’azione fondamentale di Istituzioni e Associazioni che attraverso supporto, accoglienza, servizi e iniziative culturali, contribuiscono a “sciogliere i nodi” della violenza gratuita che scaturisce dalla stessa matrice patriarcale e sessista colpendo con la stessa ferocia donne e persone trans.

  

 

Condividi