Look-out.tv: l’immigrazione raccontata dagli immigrati

banner lookout

 

“Un embrione dell’Italia di domani, anzi già di oggi: giovani da tutto il mondo con la passione per il giornalismo racconteranno con i loro sguardi e i loro pensieri le storie di tutti”. E’ look-out.tv, la prima web tv, nata da un’idea di Claudio Martelli e realizzata da giovani immigrati di prima e seconda generazione e da italiani per capire la trasformazioni culturali e sociali in atto, attraverso l’informazione e la conversazione, la partecipazione e la condivisione. Per saperne di più ne abbiamo parlato con la Redazione.

Cosa è e come è nata look-out.tv?

Look-out.tv è una web tv realizzata da italiani (anche di “seconda generazione”), figli di coppie miste, rifugiati e immigrati. Un progetto ideato verso la fine del 2009 dall’ex ministro di Grazia e Giustizia Claudio Martelli, il cui scopo principale è raccontare come e quanto i flussi migratori che da alcuni anni a questa parte interessano il nostro Paese, stiano cambiando la società italiana. Un progetto nato affinché gli stranieri non siano solo “oggetti ma soggetti, autori e protagonisti di un’informazione equilibrata, critica e costruttiva, internazionale e italiana”, con l’obiettivo di combattere l’atteggiamento della maggioranza dei media italiani di fronte agli immigrati, vittime di stereotipi e pregiudizi che associano immigrazione e criminalità, confondono immigrati e rifugiati politici.

Immigrazione e multiculturalismo sono le tematiche affrontate da look-out.tv, ma secondo quale approccio verranno approfondite?

L’inchiesta giornalistica sarà lo strumento che adopereremo per evidenziare le contraddizioni e le numerose inesattezze che spesso accompagnano termini quali “multiculturalismo” o “integrazione”, per citarne solo due. Temi così complessi vanno affrontati evitando il ricorso a facili semplificazioni e impegnandosi quotidianamente nello scardinamento dei luoghi comuni che troppe volte finiscono con l’imprigionare persone in carne e ossa dentro stereotipi quasi spersonalizzanti (“il clandestino”, “il musulmano”…).
‘Look-out’ vuol dire ‘attenzione’ ma anche ‘visione’. Attenzione perché maneggiare l’immigrazione vuol dire maneggiare un materiale umano ultrasensibile e incandescente. Visione perché da come maneggeremo l’immigrazione – i cinque milioni di stranieri che tumultuosamente hanno intrecciato le loro vite, le loro speranze, i loro bisogni a quelli di 55 milioni di italiani – dipende buona parte del nostro futuro.

Look-out.tv ha due redazioni: una a Milano e una a Roma. Da chi sono formate e quali sono le specificità dell’una e dell’altra? 

Le due redazioni, nonostante la distanza geografica, sono ormai abituate a confrontarsi e organizzare insieme il lavoro. La redazione milanese nel corso dei mesi ha sviluppato un’attenzione più marcata ai risvolti culturali e sociali dell’immigrazione mentre Roma, per ovvi motivi, segue da vicino il difficile rapporto tra politica e immigrazione. Le due redazioni sono formate da 9 redattori, coordinate da un giornalista professionista e da 2 referenti organizzativi.

Al momento che tipo di palinsesto propone look-out.tv? Pensate di ampliarlo con nuove iniziative?

Look-out.tv è presente sul web con un sito, una pagina Facebook (“LookoutTV”) e un vivace canale YouTube dove carichiamo i nostri servizi giornalistici. Al momento il palinsesto che propone look-out.tv è di tipo orizzontale, grazie a un “magazine” che raccoglie il meglio dei servizi realizzati nell’arco della settimana, ma l’obiettivo è quello di realizzarne uno verticale, con più appuntamenti fissi distribuiti nell’arco della giornata.

Perché la scelta di una web tv? E cosa differenzia look-out dagli altri media dedicati all’immigrazione?

La web tv, benché in Italia non abbia ancora preso piede, è uno strumento eccezionale per ovviare alle lentezze della televisione generalista proprio in virtù delle infinite risorse messe a disposizione dalla Rete. La differenza di look-out.tv risiede soprattutto nei suoi redattori, vicini per affinità o per esperienza diretta ai temi dell’immigrazione e dell’alterità.

Sarà possibile vedere i vostri servizi anche sui canali televisivi?

Dal mese di luglio una selezione dei nostri migliori servizi sarà disponibile sul canale 141 di Sky, grazie alla collaborazione instaurata con Babel che trasmetterà un magazine settimanale realizzato da look-out.tv e una serie di documentari che raccontano la nascita,l’evoluzione e la storia dei redattori.

C’è  qualcos’altro che volete aggiungere per raccontare ai nostri lettori look-out.tv? 

Seguiteci sul nostro sito, l’Italia è già cambiata!

www.look-out.tv

 

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy