ONU: adottata la dichiarazione di New York, un nuovo impegno per proteggere i diritti di rifugiati e migranti

ONUIeri si è tenuto il primo vertice delle Nazioni Unite su rifugiati e migranti, durante il quale è stata adottata, da parte di 193 governi, la dichiarazione di New York, un nuovo passo verso la protezione dei diritti dei titolari di protezione internazionale.

La Dichiarazione di New York prevede un maggiore impegno da parte degli Stati firmatari nella protezione dei diritti umani di tutti i profughi e migranti, nel contrasto alla violenza sessuale, nel supporto verso i Paesi che salvano e accolgono grandi numeri di richiedenti asilo e rifugiati, nel miglioramento dell’assistenza umanitaria, nel contrasto alla xenofobia verso migranti e rifugiati e nell’implementazione di nuove risposte che riguardano i rifugiati, basate su una nuova cornice che definisce le responsabilità degli Stati membri, dei partner, della società civile e del sistema delle Nazioni Unite.

‘Oggi abbiamo una straordinaria possibilità per cambiare marcia’ questo quanto affermato dal portavoce dell’Unhcr – Filippo Grandi, il quale ha inoltre evidenziato come la dichiarazione di New York costituisca un impegno politico senza precedenti per forza e risonanza, in grado di colmare quella che è sempre stata una lacuna nel sistema di protezione dei rifugiati, ossia ‘condividere le responsabilità nei confronti dei rifugiati, nello spirito della Carta delle Nazioni Unite’.

Unhcr_comunicato stampa

Leggi anche:

Unhcr: nel 2015 oltre 60 milioni i migranti forzati nel mondo, 1 persona su 113 è costretta a fuggire

Unhcr: nel 2017 quasi 2 milioni di persone avranno la necessità di essere reinsediate

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy