Permesso di soggiorno a punti per chi è arrivato dopo il 10 marzo 2012

In vigore dal 10 marzo 2012 il permesso di soggiorno a punti per tutti i cittadini extracomunitari che al primo ingresso in Italia chiederanno il rilascio di un permesso di soggiorno di durata biennale.

Il Ministro dell’interno congiuntamente al Ministro per la cooperazione internazionale e l’integrazione in data 2 marzo 2012 ha fornito, con la circolare n.1542, le indicazioni operative in merito alla gestione della procedura riguardante l’attuazione dell’Accordo di integrazione.

L’Accordo di integrazione, previsto dall’articolo 4 bis del Testo unico immigrazione (Dlgs 286/1998) è un accordo fra lo Stato italiano ed il cittadino straniero che entra in Italia per la prima volta.

La normativa chiarische che lo straniero che intende richiedere il permesso di soggiorno deve recarsi presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione o alla Questura, dove firmerà un accordo, in duplice originale, che gli farà accumulare i primi 16 crediti; per ottenere il permesso di soggiorno dovrà impegnarsi a cumulare, nell’arco di due anni, almeno 30 crediti.

Nel caso di punteggio da 1 a 29,è possibile rinnovare di un altro anno l’Accordo di Integrazione, mentre con 0 punti o meno, lo straniero viene immediatamente espulso.

Il Ministero dell’Interno ha predisposto un sistema informatico di gestione dell’accordo e della base di dati anagrafici dei sottoscrittori denominato “Applicazione accordo”.

Il sistema sarà utilizzato dalle Prefetture che, prima di concludere l’iter di richiesta di un nuovo permesso di soggiorno, provvederanno alla sottoscrizione dell’accordo ed alla registrazione dello stesso.

L’applicativo gestirà anche l’agenda delle prenotazioni per la frequenza del corso di formazione civica, la registrazione da parte degli operatori di Prefettura dei debiti e crediti accumulati dallo straniero nel biennio di durata dell’accordo, le funzioni di sospensione-proroga e di decadenza, nonché la verifica dei crediti entro la scadenza dei termini.

Il testo dell’Accordo di Integrazione, i relativi allegati e la modulistica prodotta dall’applicativo informatico sono tradotti in 19 lingue: albanese, arabo, bangla, cinese, mandarino, francese, hindi, urdu, inglese, cingalese, russo, spagnolo, tagalog – filippino, wolof, yoruba, tigrino, portoghese, serbo-croato, afro pidgin.

Il Ministero dell’Interno ha inoltre sviluppato un portale di accesso diretto al sistema che potrà essere consultato dallo straniero, utilizzando le credenziali fornitegli dallo Sportello Unico, per verificare la situazione aggiornata dell’accordo.

Circolare n. 1583 del 5 marzo 2012 Ministero dell’Interno

Circolare n. 1542 del 2 marzo 2012 Ministro dell’Interno – Ministro per la Cooperazione Internazionale e l’Integrazione

Leggi anche:
Permessi di soggiorno a punti e accordo di integrazione per chi arriva da marzo 2012

 

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy