Piano per l’integrazione: le azioni previste dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Oltre 74 milioni di euro per azioni da realizzarsi nell’ambito del “Piano per l’integrazione nella sicurezza: Identità e incontro” approvato lo scorso 10 giugno dal Consiglio dei Ministri e attuato dal Ministero del Lavoro e della Politiche Sociali. Educazione e apprendimento, lavoro, alloggio e governo del territorio, accesso ai servizi essenziali, minori e seconde generazioni, questi i 5 assi in cui è organizzato il programma.

Tra le iniziative per il lavoro, il Piano prevede l’attivazione di programmi di formazione nei paesi di origine finalizzati all’inserimento occupazionale in Italia attraverso procedure semplificate per le quote di soggiorno lavoro. L’obiettivo per il 2011 è di formare 4.500 lavoratori nei loro paesi di origine. In questo ambito si intende potenziare i servizi per l’impiego pubblico e privati attraverso interventi volti alla qualificazione e alla formazione degli operatori. Il piano prevede anche un programma di contrasto al lavoro sommerso con il coinvolgimento dei servizi per il lavoro e degli Sportelli Unici intervenendo soprattutto nei settori dell’edilizia, dell’agricoltura, e del turismo su tutte le tipologie di rapporto di lavoro (stagionale e lavoro accessorio).

Il Ministero punta anche a favorire l’accesso ai servizi e ai presidi socio-assistenziali del territorio alla popolazione immigrata attraverso il potenziamento della rete di risorse e servizi che già operano sul territorio.

Nel settore educazione e apprendimento, la formazione linguistica ha un posto di rilievo. Il Ministero intende finanziare programmi regionali per l’accesso a corsi di italiano, di cultura ed educazione civica con l’obiettivo di raggiungere entro quest’anno 15mila lavoratori.

Per favorire l’accesso alla casa degli stranieri, il Piano darà sostegno a progetti sperimentali per l’acquisizione di alloggio attraverso forme di social housing.

Un’azione specifica è rivolta ai minori che beneficeranno del Programma nazionale di protezione dei minori stranieri non accompagnati, un sistema di presa incarico e integrazione realizzato in collaborazione con l’Anci.

Come strumento trasversale per l’accesso ai servizi e il monitoraggio, il Ministero sta predisponendo il Portale per l’integrazione dove confluiranno gli interventi istituzionali, le buone pratiche, servizi di banche dati per l’integrazione, di community per gli operatori e di comunicazione istituzionale. Il portale sarà online da maggio prossimo.

Piano per l’integrazione nella sicurezza: Identità e incontro

 

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy