Stranieri in Italia: cessati oltre 400mila rapporti di lavoro nel II trimestre del 2015

Nel II trimestre del 2015 in Italia si registrano oltre 2 milioni di cittadini stranieri occupati, mentre sono più di 400mila gli stranieri in cerca di lavoro. Sono cessati 406.333 rapporti di lavoro riservati a cittadini stranieri, tra aprile e giugno 2015. Questo quanto emerge dalla nota semestrale sul mercato del lavoro dei migranti in Italia, curata dalla D.G. Immigrazione e Politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, con il supporto di Italia Lavoro Spa.

In Italia, la popolazione straniera in età da lavoro, nel II trimestre del 2015, è di circa 4 milioni di individui di cui 2.360.307 occupati, 455.578 persone in cerca di lavoro e 1.251.261 inattivi.

Il tasso di occupazione dei lavoratori stranieri, nel II trimestre del 2015, ha toccato quota 59,2% un valore più alto se confrontato con il tasso di occupazione degli italiani attestatosi al 56,0%.

Mentre, il tasso di disoccupazione della popolazione straniera si è attestato al 16,2% contro l’11,6% delle forze lavoro di nazionalità italiana.

Complessivamente tra aprile e giugno 2015 sono cessati 406.333 rapporti di lavoro riservati a cittadini stranieri a fronte dei 401.000 cessati nello stesso trimestre del 2014. A livello aggregato la quota di rapporti di lavoro cessati conosce un incremento, rispetto al II trimestre 2014, pari a +2,8 punti percentuali nel caso della componente extra UE, di 3 punti nel caso di quella italiana e decresce nel caso della componente UE dello 0,9%.

Per quanto concerne le tipologie contrattuali, tra il secondo semestre del 2015 e lo stesso periodo del 2014 si rileva un incremento del numero di contratti a tempo indeterminato per i lavoratori UE (+28,1%), extra UE (+10,2%) e italiani (+45,7%).

I comparti produttivi nell’ambito dei quali sono state registrate variazioni positive sono l’industria nel Nord-Ovest (+11,8%) e nel Nord-Est del Paese (+17,4%), e nell’agricoltura al Sud (+9,4%). Nel caso della componente extra UE, crescono le assunzioni in agricoltura al Centro (+20,7%) e al Sud (+17,9%), e nell’industria nel Nord-Ovest (+16%).

Sintesi nota semestrale sul mercato del lavoro dei migranti in Italia_Ministero del Lavoro

Leggi anche:

Lavorare in Italia: sono oltre 1milione i cittadini stranieri inattivi

Stranieri in Italia: dal 2010 gli ingressi per motivi di lavoro di cittadini non UE sono diminuiti dell’84%, i dati dell’ultimo rapporto Ismu

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy