UNHCR: nel 2017 quasi 2 milioni di persone avranno la necessità di essere reinsediate

Si stima che nel 2017 le persone che avranno la necessità di essere reinsediate saranno 1,19 milioni, e circa il 40% di queste sarà rappresentato da cittadini siriani. Questi alcuni dati contenuti nel ‘Project Global Ressetlement Needs 2017’ appena pubblicato dall’Unhcr – Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.
L’UNHCR ha previsto che nel 2017 saranno 1,19 milioni le persone che necessiteranno di reinsediamento, con un incremento del 72% rispetto alle necessità di 691mila persone calcolate nel 2014, prima che iniziasse il programma di reinsediamento su vasta scala dei rifugiati siriani.

In presenza di un elevato numero di conflitti e crisi che causano un livello record di migrazioni forzate in tutto il mondo, il reinsediamento è diventato una componente sempre più cruciale per trovare soluzioni e promuovere una più equa ripartizione delle responsabilità nei confronti dei rifugiati.

Il rapporto sottolinea che l’UNHCR negli ultimi 10 anni ha presentato a 30 paesi la richiesta per il reinsediamento in favore di più di 1 milione di rifugiati.

L’UNHCR prevede di presentare per il reinsediamento 170mila rifugiati per il 2017, prevedendo che i siriani peseranno per il 40% del bisogno di reinsediamento, seguiti dai cittadini del Sudan (11%), dell’Afghanistan (10%) e della Repubblica Democratica del Congo (9%).

Il 2015 è stato un anno record per quel che riguarda il numero di richieste di reinsediamento che hanno raggiunto la quota di 134mila, registrando un aumento del 29% rispetto al dato di 103.890 unità, risalente al 2014. Gli Stati Uniti hanno accettato lo scorso anno 82.491 richieste di reinsediamento presentate dall’UNHCR (il 62% del totale), seguiti da Canada (22.886), Australia (9.321), Norvegia (3.806) e Regno Unito (3.622).

In Africa, il numero di richieste è passato da 35.079 nel 2014 a 38.870. Nel 2015 un totale di 21.620 richieste proveniva da Paesi della regione dell’Asia e del Pacifico, circa il 16 % delle richieste globali.

L’UNHCR per affrontare le crescenti esigenze dei rifugiati sta concentrando il suo lavoro e i suoi sforzi sulla diffusione di percorsi complementari, tra cui i visti umanitari, il ricongiungimento familiare e le borse di studio che potrebbero aiutare a colmare le lacune in termini di bisogni.

Project Global Ressetlement Needs 2017

Leggi anche:

Unhcr – MIUR: siglato un accordo per sensibilizzare gli studenti sul tema dei rifugiati

Ue: approvato il programma di reinsediamento. Previsti nuovi finanziamenti

 

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy