Vivere in Italia: oltre 2milioni le famiglie con un componente straniero, i dati del Dossier Statistico Immigrazione 2016 del Centro Idos

Negli ultimi 30 mesi sono giunti lungo le coste italiane oltre 400mila migranti. Sono oltre 5 milioni i cittadini regolarmente soggiornanti nel nostro paese al 31 dicembre 2015. Circa 85mila le richieste di protezione internazionale presentate in Italia lo scorso anno. I cittadini stranieri rappresentano il 10,5% degli occupati totali in Italia. Questi alcuni dati emersi dal dossier Statistico Immigrazione 2016, realizzato dal centro studi e ricerche IDOS. 

Cittadini stranieri residenti
Alla fine del 2015 in Italia i cittadini stranieri regolarmente soggiornanti sono 5.026.15 e costituiscono l’8,3% della popolazione residente. Le famiglie con almeno un componente straniero sono 2.425.000, mentre sono 72mila i nuovi nati da entrambi i genitori stranieri, che rappresentano un settimo di tutte le nascite dell’anno.

I principali paesi di origine dei cittadini stranieri residenti in Italia sono: Romania (22,9%), Albania (9,3%), Marocco (8,7%), Cina (5,4%), Ucraina (4,6%), Filippine (3,3%), India (3,0%), Moldavia (2,8%), Bangladesh (2,4%), Egitto (2,2%).

Il 58,9% dei cittadini stranieri risiede nelle regioni del Nord Italia, il 25,5% al Centro e il 15,9% nel Meridione.

Inoltre, nelle anagrafi comunali si sono registrati 250mila cittadini stranieri in arrivo dall’estero, un numero che, seppure diminuito rispetto agli anni passati, ricorda i consistenti flussi in uscita degli italiani negli anni ’60. A fronte di questi arrivi, si contano quasi 45mila cittadini stranieri che si sono trasferiti all’estero e 178mila che hanno acquisito la cittadinanza italiana, raggiungendo così la quota di circa 1 milione e 150 mila cittadini italiani di origine straniera.

Sbarchi
Al 30 agosto 2016 erano state registrate 107.089 persone giunte via mare in Italia dall’inizio dell’anno, a cui si aggiungono i 153.842 migranti sbarcati nel 2015 e i 170.100 nel 2014, per un totale di 431.031 persone approdate negli ultimi 30 mesi. Dei nuovi arrivati, a fine agosto 2016, solo 145.900 risultavano ospiti del sistema nazionale di accoglienza, di questi 111.061 sono stati collocati in centri di accoglienza straordinari e la restante parte è stata accolta invece nell’ambito dello Sprar – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati.

Asilo
In Italia nel 2015 sono state presentate 84.085 richieste di protezione internazionale. Lo scorso anno su 71.345 domande di protezione esaminate il 41,5% risultano essere state accolte.

Mondo del lavoro
Sono 2.359.000 i lavoratori stranieri in Italia, pari al 10,5% degli occupati. Rispetto al 2014 si è registrato un aumento dei lavoratori di origine straniera pari a 65mila unità.

Solo il 6,8% dei cittadini stranieri svolge un lavoro qualificato, mentre il 35,9% ha un’occupazione non qualificata e un altro 30% lavora come operaio. In media la retribuzione netta mensile per un cittadino straniero è pari a € 979 contro i 1.362 degli italiani.

Alto è anche il numero di disoccupati stranieri (456mila, il 15% del totale), mentre sono 550mila le imprese con titolare un cittadino straniero, aumentate di 26mila unità nell’ultimo anno.

Scheda di sintesi_dossier statistico immigrazione 2016

Leggi anche:

Istat: il 30,4% degli alunni stranieri è nato in Italia

Stranieri in Italia: nel 2014 oltre 120mila acquisizioni di cittadinanza, i dati del Dossier Immigrazione 2015 del Centro Idos

Stranieri in Italia: sono oltre 5 milioni, i dati del Dossier Immigrazione 2014 del Centro Idos

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy