WIDE social blog, uno spazio web dedicato ai temi della sicurezza

banner wide

Promuovere la cultura della sicurezza: è l’obiettivo di WIDE social blog, uno spazio web che si rivolge a lavoratori migranti, mediatori culturali, associazioni che operano per la tutela e l’inclusione sociale dei cittadini stranieri. Ne abbiamo parlato con Francesca Maiorana, ricercatrice della società WIDE s.r.l., che ha realizzato il progetto.

Come nasce il progetto editoriale e a quali bisogni risponde?

Il progetto editoriale fa parte del progetto di ricerca “Da dove veniamo, chi siamo, dove andiamo”, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nell’ambito del Fondo Speciale Infortuni e dalla WIDE S.r.l., società specializzata in idee progettuali innovative di e-learning.  Il progetto ha l’obiettivo di coinvolgere e sensibilizzare alla cultura della sicurezza, principalmente i lavoratori immigrati, i mediatori culturali e le associazioni che si occupano di integrazione, ma a vario titolo anche tutti coloro che fossero interessati ai temi legati all’iniziativa.
L’idea di un portale che accogliesse i visitatori per parlare insieme di cultura della sicurezza ci sembrava la più “familiare” per abbattere quelle barriere che si possono creare di fronte a culture diverse, linguaggi differenti e temi poco popolari.

Perché un blog?
Perché  un blog è come un diario e su un diario si annotano appuntamenti, pensieri, riflessioni…ma il nostro è un “social blog”, un diario di tutti, dove ciascuno può scrivere come se fosse il proprio.

Che tipo di informazioni fornisce?
Abbiamo strutturato il blog in quattro macrocategorie: editoriale, sicurezza, mediazione culturale ed eventi ed iniziative.
L’”editoriale” è uno spazio di riflessione, dove lo staff di progetto lancia temi di attualità o mette in evidenza eventi su tutto il territorio nazionale e, da circa due mesi, dà visibilità ad opere di fotografi emergenti, sempre legate ai temi di sicurezza e integrazione.
La categoria “sicurezza” ospita gli articoli inerenti la sicurezza tout court. La sicurezza oltre la norma, quella che dovremmo pretendere tutti, per sé e per gli altri, al di là delle possibili sanzioni.
La “mediazione culturale” è il luogo virtuale dove i mediatori possono incontrarsi e parlare del loro ruolo nel mondo del lavoro, della loro professionalità e della mancanza di una normativa che li riconosca e li tuteli a livello nazionale.
In “Eventi e iniziative” le associazioni possono promuovere le proprie proposte, i progetti che realizzano o gli spettacoli che mettono in scena.
E ancora, quiz sulla sicurezza, il censimento dei mediatori, il sondaggio sulla sensibilità alla cultura della sicurezza e link utili.
Tutti questi aspetti, in fondo, non fanno comunque parte integrante della cultura della sicurezza?

Si rivolge principalmente a lavoratori migranti, mediatori culturali, associazioni: quali iniziative online e offline realizzate per raggiungerli?
L’aggiornamento del blog è praticamente giornaliero. Inseriamo nuovi articoli e cerchiamo di attrarre i visitatori ponendo una particolare attenzione alla grafica. Ci serviamo anche di una pagina facebook per incuriosire le persone e portarle a visitare il blog.
Le iniziative offline sono legate, principalmente, alla diffusione del blog attraverso l’invio periodico di una newsletter per gli iscritti e l’invio quotidiano di mail a tutti i possibili futuri utenti. Le mail sono in formato locandina perché, dall’inizio del progetto, ci siamo resi conto che la descrizione dell’iniziativa richiedeva troppe parole e su internet, si sa, il tempo “non si spreca”. Allora ora preferiamo essere concisi e speriamo, “ invitanti”.

Come è possibile partecipare attivamente al social blog?
Basta semplicemente iscriversi, poi scrivere un articolo, pubblicare una foto o promuovere un evento che abbia attinenza con i temi del blog. I comandi da eseguire sono semplici e gli utenti saranno guidati passo passo dalle indicazioni del sito.

Cosa c’è nel futuro di WIDE social blog?
Il fatto di creare un social blog sul tema complesso e quasi sconosciuto della cultura della sicurezza tra i “non addetti ai lavori”, con l’aggravante di utenti che potessero non comprendere bene l’italiano, è stata una vera e propria scommessa.
Oggi possiamo constatare con orgoglio di averla vinta questa scommessa.
Possiamo contare su migliaia di visualizzazioni di pagine, su iscrizioni giornaliere e contatti via mail con richieste di pubblicizzazioni di propri eventi. Il futuro? Una scommessa ulteriore ma ormai il processo di autoalimentazione si è innescato.

www.widesocialblog.it

Condividi
5x1000 a programma integra

Sei pronto a fare la differenza?

Con ProgrammaIntegra.it, puoi contribuire al cambiamento con un gesto semplice: donare il tuo 5x1000 nella dichiarazione dei redditi.

Sostieni la nostra missione di promuovere l'inclusione sociale e fornire servizi vitali a favore dell'infanzia, dell'adolescenza e delle famiglie, così come degli individui in situazioni di vulnerabilità sociale.

Iscrizione Newsletter

  • Iscrivendoti alla newsletter acconsenti al trattamento dei dati personali trasmessi ai sensi dell'art. 13 del GDPR. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui Privacy Policy