Il progetto Destinazione comune, nell’ottica di attivare percorsi integrati che possano facilitare l’inclusione socio-economica di cittadini Titolari di Protezione Internazionale o Sussidiaria, propone un nuovo ciclo di incontri per l’educazione finanziaria curati da Associazione MicroLab.

La formazione si snoderà attraverso 2 incontri gratuiti che hanno l’obiettivo di introdurre all’uso consapevole del denaro, mostrando gli strumenti più utilizzati per le operazioni di trasferimento e gestione dei pagamenti virtuali. Un approfondimento sarà dedicato alla conoscenza delle maggiori applicazioni e prodotti essenziali per gestire i risparmi.

il corso fornirà inoltre suggerimenti utili a redigere e monitorare il proprio bilancio individuale.

I due incontri si svolgeranno il 13 e 14 dicembre dalle 17,30 alle 20,30 e saranno ospitati dal Centro SAI di Capannelle, “Roma città aperta 2” – via Appia Nuova 1251, Roma.

L’attività è rivolta a cittadini stranieri presenti sul territorio della Regione Lazio, in uscita dai circuiti di accoglienza o in autonomia da non oltre 18 mesi. I partecipanti dovranno essere Titolari di Protezione Internazionale o Sussidiaria.

Per iscriversi è necessario chiamare il numero 3896373750, o inviare una email a sara.schiano@associazionemicrolab.it

Guarda la locandina:

 

Il ciclo di incontri, organizzato dall’Associazione MicroLab, rientra nell’ambito del progetto Destinazione Comune, iniziativa finanziata dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI) che intende realizzare percorsi integrati, multi azione e personalizzati per la piena partecipazione e l’inclusione socio-economica (casa, lavoro) e socio-culturale (socializzazione, in-formazione, sensibilizzazione) dei titolari di protezione internazionale nella regione Lazio.

Per informazioni:

tel. 3896373750
email: sara.schiano@associazionemicrolab.it

Leggi anche:

Manutentore del verde: al via le iscrizioni per la nuova formazione di Destinazione comune rivolta a rifugiati

Da Destinazione comune: formazione museale e mediazione linguistico-culturale per Titolari di Protezione Internazionale

 

Condividi